Lo sproloquio del fetente

Stamattina mi sono svegliato e, come ogni giorno, ho aperto la casella mail della rivista. Oltre a un paio di racconti brevi, una richiesta di informazioni e un invito alla presentazione di un libro, c’era una mail senza oggetto, inviatami da un indirizzo che ho trovato quantomeno insolito e che non scriverò per mantenere la privacy del mittente. Continua a leggere